• Non chiederti cosa i tuoi compagni di squadra possono fare per te. Chiediti cosa tu puoi fare per i tuoi compagni di squadra.
  • ATTIVITA’ 2018-19



  • TROFEO ALE CON NOI


    La squadra Ale  con noi,  formata dai ragazzi della Pro Club della Sam e del Pass Roma si è classificata al terzo posto, vincendo 3 partite su 4… E’  stata un’esperienza sportiva indimenticabile e abbiamo ricordato nel modo migliore

    Alessandro Parisi, prematuramente scomparso proprio un anno fa. Un ragazzo cresciuto nella Pro Club e nel Pass che ha lasciato un grande vuoto.


  • FESTA DI CARNEVALE 2019



  • JOIN THE GAME 2019


     

    I ragazzi U14 della Proclub accedono alle finali regionali del 3 Vs 3 Join the game 2019

     

     

     

     


  • L’ASD PRO CLUB ORGANIZZA IL TORNEO “ALE CON NOI” DEDICATO AD ALESSANDRO PARISI


    Grandi emozioni al torneo dedicato al nostro Ale Parisi…

    Tanti bambini del minibasket, tanti genitori ed amici, tutti i compagni di squadra di Ale insieme alla sua famiglia e a tutti gli istruttori e allenatori che lo hanno amato …non c’era maniera migliore di ricordare il nostro campioncino prematuramente scomparso…per sempre, ALE CON NOI !!

     

     

     

     

     

     

                                                                                         

     

     

     

     

     

     


  • GIORNATA FINALE CAMPIONATO ASI DRAGHETTI


    Bella giornata di sport presso la Stella Azzurra Roma!

    Anche se non c’era la classifica finale i nostri bambini hanno vinto  il loro incontro di finale.

    Insomma,  una bella festa per lo sport!!!

     

     

     

     

     

     

     


  • LA SQUADRA UNDER 13 VINCE IL CAMPIONATO ASI GOLD


     

     

     

     

     

     

     

     


  • Pass Roma e Pro Club piangono Ale Parisi


    Ieri, venerdì 25 maggio, ci ha lasciato Alessandro Parisi, classe 2001. Il ricordo di Pass Roma e Pro Club

    Ale iniziò a giocare a minibasket molto piccolo al Pass Roma prima e alla Pro Club poi. Era un talento naturale, di quelli che promettono bene. A 10 anni in campo già faceva magie e probabilmente era destinato a giocare stagioni da protagonista nel basket laziale. Era un vero talento.

    Ma non è questo importante, oggi.

    Oggi è importante ricordarlo, Ale. Era un ragazzo bellissimo, dolcissimo, affettuoso e sempre sorridente. Non terminava allenamento senza un suo abbraccio e un grazie. Un fiore sbocciato in via Tripolitania che ci ha lasciato ancor prima di scoprire che profumo avesse. Ascoltava sempre in campo, Ale. Ascoltava in silenzio e metteva in pratica quello che il coach gli diceva. Voleva diventare forte, Ale. E lo era, eccome se lo era! Ma lo è stato ancor di più nella vita, forte. Quattro anni fa iniziò la partita più difficile per lui, quella della vita. A 13-14 anni gli viene diagnosticato un tumore al ginocchio che lo costringe a lasciare il parquet e a seguire i suoi compagni fuori dal campo. Il tumore gli impone di crescere anzitempo e lo obbliga a smettere di sognare, come tutti noi amanti del basket abbiamo fatto, di diventare un giocatore professionista. Nonostante questo, lui, ha sempre avuto la forza di guardare avanti, di continuare a sorridere e a vivere. Ieri, venerdì 25 maggio, a soli 17 anni ci lascia. Lascia un vuoto incolmabile nei cuori, nella testa e nella pancia di chi l’ha visto crescere e soffrire in silenzio in questi anni.

    Su Facebook una volta scrisse: “Il sole tramonta comunque. Sia sul giorno migliore, sia su quello peggiore. (J. Deaver)”. Ieri il sole è tramontato dentro di noi, e impiegherà un po’ a sorgere di nuovo. Tu invece, Ale, vola a canestro come eri solito fare e insegna agli Angeli come si esegue perfettamente un arresto e tiro in sospensione. È stato un onore e un vero piacere per tutti noi incontrarti e aver imparato molto da te. È stato un piacere allenarti.

    Il Pass Roma e la Pro Club si stringono intorno ai genitori Anna ed Arrigo.

    Luca La Gamma