Pass Roma e Pro Club piangono Ale Parisi


Ieri, venerdì 25 maggio, ci ha lasciato Alessandro Parisi, classe 2001. Il ricordo di Pass Roma e Pro Club

Ale iniziò a giocare a minibasket molto piccolo al Pass Roma prima e alla Pro Club poi. Era un talento naturale, di quelli che promettono bene. A 10 anni in campo già faceva magie e probabilmente era destinato a giocare stagioni da protagonista nel basket laziale. Era un vero talento.

Ma non è questo importante, oggi.

Oggi è importante ricordarlo, Ale. Era un ragazzo bellissimo, dolcissimo, affettuoso e sempre sorridente. Non terminava allenamento senza un suo abbraccio e un grazie. Un fiore sbocciato in via Tripolitania che ci ha lasciato ancor prima di scoprire che profumo avesse. Ascoltava sempre in campo, Ale. Ascoltava in silenzio e metteva in pratica quello che il coach gli diceva. Voleva diventare forte, Ale. E lo era, eccome se lo era! Ma lo è stato ancor di più nella vita, forte. Quattro anni fa iniziò la partita più difficile per lui, quella della vita. A 13-14 anni gli viene diagnosticato un tumore al ginocchio che lo costringe a lasciare il parquet e a seguire i suoi compagni fuori dal campo. Il tumore gli impone di crescere anzitempo e lo obbliga a smettere di sognare, come tutti noi amanti del basket abbiamo fatto, di diventare un giocatore professionista. Nonostante questo, lui, ha sempre avuto la forza di guardare avanti, di continuare a sorridere e a vivere. Ieri, venerdì 25 maggio, a soli 17 anni ci lascia. Lascia un vuoto incolmabile nei cuori, nella testa e nella pancia di chi l’ha visto crescere e soffrire in silenzio in questi anni.

Su Facebook una volta scrisse: “Il sole tramonta comunque. Sia sul giorno migliore, sia su quello peggiore. (J. Deaver)”. Ieri il sole è tramontato dentro di noi, e impiegherà un po’ a sorgere di nuovo. Tu invece, Ale, vola a canestro come eri solito fare e insegna agli Angeli come si esegue perfettamente un arresto e tiro in sospensione. È stato un onore e un vero piacere per tutti noi incontrarti e aver imparato molto da te. È stato un piacere allenarti.

Il Pass Roma e la Pro Club si stringono intorno ai genitori Anna ed Arrigo.

Luca La Gamma


Comments are closed.